"Solo con la passione si conservano le tradizioni"
Podere Micheli, una tradizione a Lucca dal 1488
si tramanda di generazione in generazione, da padre a figlio, sempre con la stessa grande passione
la storia della famiglia Micheli - le origini
Le origini del cognome Micheli risalgono a tempi della fondazione di Lucca nel 180 a.C. Si racconta infatti di un certo Quirino Micheli, un nobile romano che contribuì alla costruzione della città di Lucca, manteneva rapporti commerciali con Roma e provvedeva a rifornire le Legioni Romane che transitavano verso il nord. Tale Quirino Micheli fece delle colline lucchesi, tra San Lorenzo di Moriano e Domazzano vicino a dove adesso sorgono il vigneto e l'uliveto del Podere Micheli, la sua dimora. Fu probabilmente lui il capostipite della famiglia che, come raccontano molti documenti storici rinvenuti nelle chiese della zona, si espanse anche nei paesi di limitrofi di Sesto di Moriano, Aquilea, Mastiano, Domazzano e Borgo a Mozzano.
 
la storia della famiglia Micheli - il medioevo
Tra il 1200 e il 1400 il cognome Micheli è legato ai nomi di Teodoro, Guaimario e Dulio, commercianti lucchesi che vivevano nella zona di Domazzano, le cui vicende si andarono a intrecciare sempre di più alla vita politica lucchese: nel 1388 il commerciante lucchese Duilio Micheli, appartenente alla fazione dei Guelfi neri, viene investito del titolo signorile da parte della potente famiglia dei Forteguerra, acerrima nemica dell'altrettanto potente famiglia lucchese Guinigi con cui si contendeva il dominio della città, fino all'ultima battaglia, avvenuta nel 1392, quando i Forteguerra furono sconfitti, e con essi vennero sterminate anche le numerose famiglie legate ai Forteguerra, come appunto i Micheli. Duilio Micheli cadrà in battaglia con i suoi familiari e fedelissimi presso Aquilea, tutti i beni e possedimenti della famiglia furono confiscati e i Micheli conobbero un periodo di povertà e sofferenze.


la famiglia Micheli - dal medioevo ai giorni nostri
Una proprietà nei pressi di Mastiano fu l'unico bene che scampò alla confisca, come attesta una lapide in pietra con un'incisione recante la data del 1488
Per i pochi sopravvissuti l'agricoltura rimase l'unico mezzo di sostentamento per molti lunghi secoli, ma proprio da questo strettissimo legame con la terra, fatto di sudore e duro lavoro, deriva la passione dei giovani eredi Massimo e Maurizio Micheli, oggi depositari di tradizioni antiche e di un gusto genuino, che hanno voluto fare della loro passione il loro lavoro. 
 




- DALLA TERRA TUTTO DERIVA -
 
                                                                       Senofane, VI-V secolo a.C.